L'OCCHIO

L'occhio Emmetrope è quel sistema diottrico in assenza di vizi refrattivi, dove le focali cadono precisamente sulla retina, generando un’immagine nitida.

Nella miopia il sistema ottico crea un‘immagine nitida davanti alla retina di un oggetto osservato all’infinito, perché il potere dell’occhio miope è superiore al normale, per questo vengono utilizzate lenti negative per portare la focale sulla retina diminuendo il potere dell’occhio, con il risultato di emmetropizzare il soggetto. Ciò può essere causato da un asse antero-posteriore più lungo del normale, da una curvatura corneale superiore alla norma, da un aumento dell’indice di rifrazione del cristallino. Nella maggior parte dei casi la miopia è di natura assiale.

Nell’ipermetropia, il sistema ottico rilassato, crea un’immagine nitida dopo la retina di un oggetto osservato all’infinito, perché il potere dell’occhio ipermetrope è inferiore al normale, per questo vengono utilizzate lenti positive per portare la focale sulla retina, aumentando il potere dell’occhio, con il risultato di emmetropizzare il soggetto. Talvolta nei soggetti giovani, l’ipermetropia è compensata dall’accomodazione, che interviene incurvando il cristallino che a sua volta aumenta il potere dell’occhio, portando la focale sulla retina. Comunque è necessario correggere il difetto visivo. L’ipermetropia è causata da due principali fattori asse antero-posteriore ridotto, curvatura corneale inferiore alla norma.
Nell’astigmatismo il sistema ottico crea due focali distinte di un oggetto osservato, si possono avere due varianti principali, astigmatismo corneale o astigmatismo del cristallino. Il più frequente è quello corneale poichè la cornea non essendo sferica, ma avendo due poteri diversi sui due meridiani principali, fa si che si generino due focali a livello retinico. Per correggere il problema visivo vengono utilizzate lenti cilindriche dove il potere è ortogonale all’asse. Le lenti uniscono le due focali e generano un’immagine nitida. L’astigmatismo può essere miopico, ipermetropico o misto.


La Presbiopia non è un vero errore refrattivo, è la naturale perdita da parte dell’occhio della capacità di accomodare e aumentare la curva del cristallino per focalizzare da vicino, in genere si avverte intorno ai 40-45 anni. Un emmetrope, che vede bene da lontano, sfuoca da vicino perchè il potere fornito naturalmente dal cristallino inizia ad essere insufficiente. Per correggere il problema in un emmetrope-presbite vengono utilizzate lenti positive solo da vicino.